ACQUA MAGNETIZZATA PROPRIETA'

Acqua Magnetizzata

Per il nostro benessere, abbiamo bisogno di un continuo ricambio idrico in quanto l’acqua serve anche per trasportare le sostanze tossiche e permette una più agevole e profonda eliminazione. Più dinamica è questa azione di ricambio idrico e più il corpo riesce a detossinarsi; per garantire questo, meglio che l’acqua sia viva, magnetizzata, “energizzata”.

Magnetizzando l’acqua, possiamo renderla un veicolo di salute e benessere. Infatti, considerando anche gli aspetti relativi alle frequenze elettro-magnetiche che possiede, si può affermare che l’acqua vitale può stimolare positivamente le funzioni dell’organismo in generale, dal punto di vista fisico e chimico. L’acqua ha la sua caratteristica frequenza o vibrazione, e quando entra in contatto con l’organismo, questa frequenza entra in comunicazione con tutti gli organi, i tessuti e le cellule. È così, se si immette una vibrazione attiva, sana e vitale, le cellule o le molecole meno attive cominciano, per risonanza, a vibrare in modo positivo ed efficace.

ACQUE PURISSIME

  • Azione sul fegato e la cistifellea: si nota una rapida riduzione del volume del fegato. La regione vescicolare diventa elastica e indolore e si può notare l’evacuazione di piccoli calcoli biliari nelle feci. I calcoli scompaiono totalmente nel giro di due o tre mesi: solo i calcoli urici resistono al trattamento.
  • Azione sui reni: l’aumento della produzione di urine influisce sia sul loro volume sia sui residui organici o minerali. Anche i calcoli renali vengono disciolti con relativa rapidità a seconda della loro grandezza. È da notar che quando l’eliminazione dei calcoli renali è dolorosa sia per dare sollievo sia per riequilibrare l’energia e aiutare la migrazione del calcolo, è bene ricorrere all’omeopatia e all’agopuntura, anch’essi trattamenti sinergici.
  • Azione sui metabolismi (urea, colesterolo, zucchero): questa indicazione è messa in evidenza dagli esami effettuati prima, durante e dopo una cura di acqua magnetizzata. In molti casi, si è costatato il ritorno a livelli normali di tasso del colesterolo e di urea.
  • Azione sulla pelle: si ha un regresso nelle dermatosi, ad indicare una disintossicazione dell’organismo ed una migliore eliminazione delle sostanze naturali.
  • Azione sull’apparato digerente: si osserva un aumento dei movimenti peristaltici dell’intestino on relazione agli effetti dell’acqua magnetizzata sulla bile. Nei disturbi digestivi (nausea, vomito, dilatazione dello stomaco, flatulenza, costipazione, ecc.) si ottengono risultati notevoli.
  • Azione sulla regolazione neuro-ormonale: quest’azione si è constata sul tono e sull’elasticità del sistema neuro simpatico a livello dei polmoni e dello stomaco, come pure una regolarizzazione progressiva e permanente della pressione arteriosa, e un effetto sulle variazioni del sistema ormonale.
  • Azione sul sistema respiratorio: abbinando l’uso di magneti e l’acqua magnetizzata, si ottengono notevoli risultati sull’asma, la bronchite e la congestione polmonare. L’infiammazione dei bronchi e la congestione dei polmoni possono essere considerevolmente ridotte per via dell’aumento della circolazione del sangue e della sua migliore ossigenazione.
  • Azione sui liquidi interstiziali (sangue e linfa): l’acqua magnetizzata contribuisce all’eliminazione della cellulite e dell’obesità. Gli effetti diventano evidenti nel giro di 2 o 3 mesi. L’azione diuretica dell’acqua magnetizzata è la causa principale della riduzione degli edemi esterni ed interni. Il ristabilimento dovuto all’acqua magnetizzata rappresenta l’equivalente di una depurazione generale dell’organismo che diventa così più resistente alle insidie future e più ricettivo nei confronti delle altre terapie dolci, quale l’omeopatia.
ACQUA MAGNETIZZATA
Dosaggio:
Negli adulti è importante iniziare con la somministrazione di 30 ml di acqua tre volte al giorno. Se non si verificano effetti collaterali, dovuti al drenaggio epatico, linfatico e renale, si passa ad almeno 200/300 ml tre volte al giorno.
Nei bambini è opportuno iniziare con la somministrazione di due cucchiai 3-4 volte al giorno. Importante che né i recipienti né l’utensile utilizzato siano di metallo, altrimenti si corre il rischio di scaricare in parte le “informazioni magnetiche” incorporate nell’acqua.
  • Acqua magnetizzata con campo negativo:

    – Allieva il dolore
    – Riduce l’edema intracellulare
    – Favorisce il riposo e il sonno
    – Migliora le prestazioni sportive
    – Combatte e controlla le infezioni
    – Aumenta l’alcalinità tissutale
    – Potenzia il numero di ioni negativi e aumenta la presenza di ossigeno nelle cellule
    – In più rinforza concentrazione e attività mentale

 

  • Acqua magnetizzata con campo positivo:

    – Aumenta il numero di ioni positivi e diminuisce l’ossigeno nelle cellule
    – Tende ad aumentare i dolori nei disturbi cronici
    – Tende ad aumentare l’edema intracellulare
    – Agisce come stimolante in genere
    – Può favorire l’insorgenza d’infezioni. favorisce lo sviluppo di batteri
    – Può portare un’iperattività mentale e diminuire i livelli di stress
    – Agisce aumentando l’alcalinità
    – Può aumentare la depressione
    – Può essere utile nella cura delle contusioni o infiammazioni dei tessuti molli non associati a episodi di infiammazione grave o ferita aperta.